Home > Politica > Ennesimo episodio di violenta in città. Dopo l’aggressione al candidato sindaco per il centrodestra Gianni Lettieri, oggi esplosa una bomba carta davanti alla sede del comitato elettrale del Pdl di Piazza Bovio

Ennesimo episodio di violenta in città. Dopo l’aggressione al candidato sindaco per il centrodestra Gianni Lettieri, oggi esplosa una bomba carta davanti alla sede del comitato elettrale del Pdl di Piazza Bovio

Ennesimo episodio di violenza questa mattina a Napoli. Una bomba carta è esplosa a pochi metri dal comitato elettorale del candidato sindaco di Napoli del Pdl, Gianni Lettieri, in piazza Bovio. Molto lo spavento ma per fortuna nessun ferito. “Abbiamo sentito un fortissimo boato e ho visto la gente scappare – commenta Mimmo Vitullo candidato al consiglio comunale per il centro destra e testimone dell’accaduto”. Visibili i segni dell’esplosione sulla saracinesca d’ingresso.

I segni dell'esplosione della bomba carta contro la sede del comitato elettorale del Pdl in Piazza Bovio a Napoli

Già ieri davanti la sede di Piazza Bovio erano stati aggrediti due militanti del partito che stavano effettuando volantinaggio, poi l’ aggressione al candidato sindaco di Napoli nel centro antico della città, con sputi e spintoni, nonchè l’aggressione ad alcune ragazze del comitato che conducevano biciclette elettriche con in manifesti del candidato. Oggi la notizia della bomba carta.

Decisamente troppo. Il clima in città è irrespirabile anche perché dopo gli scontri tra studenti, avvenuti nella mattinata di ieri, nella notte ci sono stati raid con mazze di baseball e coltelli nei pressi di palazzo Giusso in pieno centro storico.

L’appello di tutti è ad abbassare i toni di una campagna elettorale che sta diventando incandescente. “E’ l’ennesimo atto vile di chi non ha a cuore la propria città – è stato il commento di Lettieri-. La campagna elettorale non può diventare un campo di battaglia”.

Intanto le indagini della Digos hanno portato all’identificazione di 15 persone, ma complessivamente potrebbero essere una ventina le persone coinvolte, che ora rischiano di essere denunciate.

E dalla questura fanno sapere che sono stati intensificati i servizi di vigilanza nell’area centrale di Napoli. La decisione è stata presa proprio in seguito ai ripetuti episodi di violenza che si sono registrati in città. “La situazione – sottolinea la questura –  è attentamente seguita dagli organi di polizia preposti, in particolare dalla Digos che sarà attenta soprattutto in vista della giornata di domani, primo maggio”.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: