Home > Tecnologia > Fotovoltaico: come guadagnare installando pannelli solari

Fotovoltaico: come guadagnare installando pannelli solari

Sono decine le telefonate che arrivano ogni giorno allo sportello del CIE, il centro d’informazione sull’Energia che l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli ha attivato in collaborazione con l’ANEA (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente). Un servizio “in linea” (numero verde 800 273636) che consente ai cittadini di sapere tutto ciò che serve per installare panneli solari sui tetti delle proprie abitazioni, risparmiando cifre consistenti in bolletta e, in alcuni casi, riuscire a guadagnare con il fotovoltaico.

Le richieste più frequenti riguardano la comprensione degli aspetti burocratici, ma soprattutto economici, alla ricerca delle soluzioni più coerenti e vantaggiose nei confronti dell’ambiente e del risparmio energetico, ma anche delle proprie tasche.

Se la casa è dotata di un impianto fotovoltaico vale di più e consente di risparmiare a fine anno cifre consistenti. E’ entrato in vigore il mese scorso il nuovo decreto inter – ministeriale sugli incentivi per l’installazione degli impianti fotovoltaici e sono già oltre 100.000 gli immobili italiani dotati di un nuovo impianto. Chi installa il fotovoltaico, oltre a ridurre l’inquinamento energetico, gode di diversi vantaggi. Non solo gli incentivi statali, ma anche una notevole riduzione del conto energia e una bolletta molto più leggera. Cerchiamo di capirci qualcosa di più.

Il costo indicativo di un impianto fotovoltaico di fascia medio-alta, con potenza 3kwh, ossia quanto serve per coprire il fabbisogno di un’abitazione si può stimare in circa 15 mila euro. Un impianto costruito rispettando tutti i parametri può arrivare ad una produzione annua di 4000 KWH circa e il Gestore dei Servizi Energetici (Gse) corrisponderà in media per ogni kw prodotto 0,42 centesimi di euro con un guadagno annuo di 1680 euro.

Il contratto ha durata ventennale. Facendo due calcoli il Gestore dei Servizi in vent’anni corrisponderebbe  circa 34mila euro. Tolti gli iniziali 15mila euro di spese per l’installazione rimarrebbero circa 19mila euro che andrebbero a finire nelle nostre tasche. Niente male. Ma questa non è la sola forma di guadagno: la bolletta sarà azzerata, quindi significa che non dovranno più essere sostenute le spese bimestrali (eccetto i vari bolli e tasse) per la corrente elettrica. Mediamente, per ogni famiglia italiana, tale costo è fissato intorno agli 800 euro annui. Esiste poi la possibilità di far finanziare l’intero importo per la realizzazione dell’impianto da una banca che abbia sottoscritto l’accordo quadro con il Gestore Energia. In questo caso, ciò che il Gse corrisponde viene direttamente preso dalla banca, per ammortizzare il costo delle rate del finanziamento. Così facendo, con i tassi di oggi, vi ripagherete l’impianto in circa 15 anni, guadagnando poi per i successivi 5 anni.

La Campania non è proprio ai primissimi posti per impianti fotovoltaici installati, ma oltre al ritorno economico è importante capire che la salvaguardia dell’ambiente e la disponibilità di energia si rivelano fondamentali per il progresso sociale e il miglioramento della qualità della vita.

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: