Home > Cronaca, Cultura & Spettacoli, Tecnologia > Città della Scienza: si celebra il “Darwin Day”

Città della Scienza: si celebra il “Darwin Day”

Il mondo scientifico si prepara a celebrare Charles Darwin, il padre della teoria dell’evoluzione. Nonostante i suoi studi abbiano modificato radicalmente il modo di osservare e studiare il mondo naturale, le fila dei “nemici” di Darwin non smettono di ingrossarsi. Ed è per questo che il 12 febbraio le istituzioni scientifiche di tutto il mondo organizzano incontri, conferenze ed eventi speciali, denominati Darwin Days“, in cui viene fatta chiarezza sul pensiero e le teorie del grande naturalista inglese, sull’attualità del suo metodo scientifico e sui risultati della ricerca applicata all’evoluzione delle specie viventi.

La Fondazione Idis-Città della Scienza non poteva non essere in prima linea nell’organizzare il suo Darwin Day a Napoli.

Durante il week-end del 12 e 13 febbraio presso lo Science Centre di Città della Scienza sarà possibile conoscere e approfondire aspetti della vita e delle opere di Charles Darwin. In particolare verranno illustrate le dinamiche dell’evoluzione alla luce delle teorie darwiniane e delle più recenti scoperte scientifiche. Sarà possibile vedere esempi pratici di “evoluzione in corso”, osservare in che modo animali e piante reagiscono ai cambiamenti ambientali e si adattano per affrontare nuove sfide. Ma anche come le attività dell’uomo interferiscono con le leggi naturali e influenzano in maniera determinante le dinamiche evolutive.

Nel corso degli incontri si analizzerà anche il rapporto che Darwin ebbe con la città di Napoli. Non tutti sanno che il grande naturalista inglese fu uno dei principali sostenitori della Stazione Zoologica napoletana, e in più riprese, aiutò e contribuì alle attività di questo primo centro “internazionale” di ricerche in grado di ospitare scienziati e ricercatori da tutto il mondo.

Sabato 12 – il giorno del Darwin Day – e domenica 13, un esperto parlerà del corteggiamento nel mondo animale, con l’ausilio di filmati e immagini accattivanti di animali da tutto il mondo e spiegherà come la selezione sessuale sia stata prima un grosso enigma per Darwin, per poi rappresentare successivamente un fondamento importante della sua teoria.

Con la teoria evoluzionistica Darwin dimostrò che l’evoluzione è l’elemento comune, il filo conduttore della diversità della vita. Secondo una visione evolutiva della vita, i membri dello stesso gruppo si assomigliano perché si sono evoluti da un antenato comune. Secondo l’opinione di Darwin, le specie nascono mediante un processo di “discendenza con variazione”. Egli affermò che l’evoluzione di nuove specie deriva da un accumulo graduale di piccoli cambiamenti. Ciascuna specie presenta una propria serie di adattamenti, ossia di caratteristiche che si sono evolute mediante la selezione naturale. Comprendere in che modo gli adattamenti si sono evoluti per selezione naturale è di estrema importanza nello studio della vita.

Nel Regno Unito, in occasione del 200° anniversario della nascita dello scienziato, ci fu uno speciale commemorativo in cui si rilasciò una moneta da due sterline che mostrava un ritratto di Darwin di fronte ad uno scimpanzé circondato dalla scritta “1809 – DARWIN – 2009” e sul bordo l’iscrizione “Sulla origine della specie – 1859”. E da quel giorno il Darwin Day è diventato un modo per ricordare il padre della teoria dell’evoluzione.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: