Home > Cronaca > Cassonetti in fiamme, torna l’incubo emergenza a Napoli

Cassonetti in fiamme, torna l’incubo emergenza a Napoli

di Alberto Canonico

Ritorna l’incubo dell’emergenza rifiuti a Napoli. Cassonetti pieni nel centro della città, soprattutto in via Chiaia e via Toledo, ma non solo. Nella zona di Santa Brigida i contenitori sono stati dati alle fiamme, sprigionando una coltre di fumo nero che ha invaso l’aria rendendola irrespirabile.

Pesanti sono i disagi che si registrano per la protesta dei lavoratori del consorzio unico di bacino con conseguenze negative sulla raccolta anche per la zona del Casertano. L’impianto per il trattamento dei rifiuti di Tufino è stato infatti bloccato dai manifestanti che protestano per il mancato pagamento degli stipendi.

L’azienda Asìa fa sapere che si tratta di un semplice ritardo e che sono stati attivati tutti i canali idonei a raccogliere le proteste dei cittadini che stanno arrivando in massa. “Al più presto risolveremo il problema”, è stato il commento di uno dei responsabili dell’azienda. Intanto i negozianti di via Roma sono arrabbiati: “Non si può andare avanti così, siamo stremati da una situazione che non sembra avere una fine”.

I promotori della protesta riferiscono di agitazioni in atto anche tra i lavoratori delle discariche e di altri impianti di trattamento di rifiuti della Campania. Per giovedì è stata annunciata una manifestazione alla mostra d’Oltremare in occasione della presenza del premier Silvio Berlusconi.

Intanto i cittadini stanno ricevendo in questi giorni un modulo contenente la richiesta con riferimento alla Tarsu, di alcuni dati catastali, identificativi dell’immobile al quale è applicata la tassazione. L’assessore alle Risorse Strategiche del Comune di Napoli Michele Saggese afferma che il questionario nasce esclusivamente da un obbligo di legge che ha imposto al Comune di provvedere a comunicare questi dati all’Agenzia delle Entrate.

Annunci
Categorie:Cronaca Tag:, ,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: